Sapersi orientare…

La persona, con le sue capacità e le sue aspirazioni, é il punto da cui partire per dare vita ad un orientamento che sappia rispondere allo sviluppo formativo della persona in senso ampio.
L’Assessorato regionale all’Istruzione, alla Formazione Professionale e al Lavoro assume questo principio programmando l’orientamento come una strategia di sviluppo e un sistema di azioni di:

  • informazione
  • formazione
  • consulenza
  • sostegno all’inserimento occupazionale

Le azioni di orientamento sono rivolte all’individuo per tutto l’arco della vita professionale, e per questo rappresentano un sostegno fondamentale alla crescita professionale e personale dell’individuo.
L’orientamento, inoltre, ha una fondamentale funzione di contrasto all’abbandono scolastico, in quanto è un strumento in grado di aiutare la persona nella ricerca di strade più consone ai propri modi di apprendere e di agire.
La Regione Piemonte definisce le strategie di sviluppo e il sistema di azioni, attraverso la propria funzione di regia del sistema e in accordo e integrazione con i diversi soggetti, istituzionali e non, che operano sul territorio piemontese.
Le attività di orientamento, così come quelle di formazione professionale e istruzione, fanno riferimento nella loro attuazione ai principi indicati dalle strategie europee.

L’attività di orientamento riguarda diverse attività suddivise in 4 macro aree:

  • informazione orientativa
  • formazione orientativa
  • consulenza
  • sostegno all’inserimento lavorativo

L’informazione orientativa ha lo scopo di accogliere l’utente, fornendo la prima consulenza e presentando l’insieme dei servizi che lo sportello può fornire (corsi di riqualificazione, corsi di qualifica, corsi per adulti occupati e disoccupati).
La formazione orientativa coinvolge diverse tipologie di utenti e si occupa della formazione orientativa d’insieme (attività rivolta ai ragazzi/e in uscita dalle scuole medie), con laboratori di motivazione al percorso professionale, nonchè interventi di aggiornamento-rinforzo delle competenze professionali per i lavoratori occupati o per le persone a rischio di perdita del posto di lavoro.
La consulenza orientativa si occupa di sostenere l’utente nell’analisi della propria storia personale e professionale e nella identificazione delle proprie competenze, risorse, interessi professionali ed extra professionali in ambiti formali e non formali. Il personale dello sportello aiuta l’utente a redigere un cv adeguato e un completo dossier delle evidenze lavorative e formative.
Il sostegno all’inserimento lavorativo è l’area dei Servizi al Lavoro che svolge azioni personalizzate di supporto/accompagnamento nella ricerca attiva del lavoro mediante:

  • attivazione e monitoraggio di tirocini formativi e di orientamento
  • personal network e contatti con le aziende
  • colloqui per il monitoraggio e la ridefinizione del proprio progetto di inserimento
  • gestione dell’alternanza scuola/formazione e lavoro.

Tale sostegno è differenziato in base all’età ed è operativo sia al termine della terza media, sia post diploma.

Per avere informazioni di dettagli si possono contattare gli sportelli: